fbpx

OTA olio d’oliva

Un olio d’oliva insolito che viene dal freddo; eccellente e pluripremiato.

Quando si dice “olio d’oliva” si pensa a paesaggi mediterranei soleggiati e al buon cibo sano. Non avete torto, ma vorrei farvi sapere qualcosa di più perché scrivere di cibo e viaggi significa anche imbattersi in nuove strade e nuove orizzonti.

 

C’è un confine ideale di latitudine da rispettare per coltivare gli ulivi e soprattutto fa troppo freddo per questo albero mediterraneo. Ma c’è un’azienda italiana, “Ota”, che ha accettato una sfida: coltivare l’olio sulle colline di Trieste, la città italiana più ventosa del nord-est, il luogo dove la cultura mediterranea incontra le influenze dell’Europa centrale.

SOLO PRODUTTORI RIVOLUZIONARI

Questo produttore utilizza Kaataa per darti la possibilità di acquistare direttamente le sue selezioni.
Non perdere quest’occasione!
BUY

Gli olivi non sono una novità nel golfo di Trieste. Una varietà di olivo coltivata in questa zona è chiamata Bianchera-Belica, un vecchio tipo di olivo molto forte che resiste al freddo, che cresce sulle colline calcaree carsiche. La varietà Belica fu importata più di 2500 anni fa dai Fenici che piantarono olivi in tutte le coste dell’Adriatico.

Photos by Valentina Cunja

The peculiarities of Belica’s olives are the high percents of oleic acid and is rich in polyphenols. The taste of his oil is very aggressive and it seems given by God to the population of this area to match it with the typical fish preparations of Trieste. Even the sweet soups of the middle-Europe tradition (pumpkins, carrots, beets) or the grilled meat are very “nice friends” of the oil made by Belica.

Un fratello e una sorella a 25 anni hanno ereditato una coltivazione di olive dal loro padre che è morto. Sono cresciuti tra gli ulivi, respirando il sapore di questo fantastico prodotto portato dal vento del mare. Erano in un periodo di decisione: “cosa possiamo fare nella nostra vita?”. La risposta che hanno dato a questa domanda è stata quella di continuare a coltivare i campi del loro papà, creando un’azienda che produce olio extravergine di oliva in piccole quantità facendo attenzione alla qualità. Il vento e le condizioni climatiche della collina triestina sono particolari ma non impossibili e i sapori delle loro olive sono molto originali.

Ora il fratello e la sorella possono dire di aver vinto contro il vento di Trieste: Ota sta crescendo sempre di più vincendo premi importanti nel mondo anche con le loro belle etichette artistiche delle bottiglie di olio. Curare la qualità e privilegiare la piccola quantità di prodotti permette loro di analizzare e migliorare ogni fase della produzione, dalla terra all’etichetta. Si può dire che condiscono l’insalata di coraggio con un buon olio!

Photos by Valentina Cunja

NEVER MISS A THING!

Subscribe to our newsletter to receive regular updates on Kaataa. You can always stop receiving our email easily … so why not try?!

Comments are closed

DAYS

0

HOURS

0

MINUTES

0

SECONDS

0